Posturale (Mezieres)

Si tratta di un metodo rivoluzionario concepito negli anni ’70, dalla francese Françoise Mézières. E’ stata la prima a capire che i muscoli sono concatenati in catene muscolari, e che la catena muscolare posteriore è la più forte, la più contratta e quella che crea maggior disaggio, creando delle lordosi. Il lavoro è di tipo globale, basandosi sul fatto che la causa non è mai dove si manifesta, visto che il corpo compensa, creando delle lordosi. È una tecnica globale che associa contemporaneamente un lavoro  eccentrico e un lavoro concentrico. Si avvale di posture associate ad un metodo di respirazione particolare che mira ad ammorbidire il diaframma e ad uno sforzo di rotazione esterna.

Le controindicazioni: Miopatia di Boulogne, rottura del capo lungo del bicipite , tre primi mesi di gravidanza (dal 4° mese in poi è facilitante per il parto), stati infettivi, febbre, psicosi, grave nevrosi, meno di 2 mesi da un intervento, spondilite anchilosante e poliartrite reumatoide, chemioterapia.

Le indicazioni sono quelle di fisioterapia legate ai problemi dolorosi d’origine ortopedica, traumatica, muscolare, reumatica, neurologica o nevralgica… I disequilibri delle funzioni neurovegetative – come ad esempio certi disturbi cardiaci, digestivi, respiratori, circolatori, ginecologici.. E’ il metodo elettivo per lombalgie e scoliosi.

Si tratta di un lavoro che può essere lungo, perché si va alla ricerca del riflesso antalgico a priori, un motore inconscio che mette in atto dei compensi per evitare di farci sentire un dolore forte. Per Mézières quando si arriva a sentire questo dolore abbiamo risolto il problema, in quanto siamo risaliti a monte della catena di compensi che ci ha portati alla situazione di disagio per la quale abbiamo contattato il fisioterapista.

It is a revolutionary method conceived in the ’70s, by the French Françoise Mézières. She was the first to understand that muscles are chained in muscle chains, and that the posterior muscle chain is the strongest, the most contracted and the one that creates the most discomfort, creating lordosis. The work is global, based on the fact that the cause is never where it manifests, since the body compensates, creating lordosis. It is a global technique that simultaneously combines eccentric work and concentric work. It uses postures associated with a particular breathing method that aims to soften the diaphragm and an external rotation effort.

Contraindications: Myopathy of Boulogne, rupture of the long head of the biceps, three first months of pregnancy (from the 4th month onwards is facilitating for childbirth), infectious states, fever, psychosis, severe neurosis, less than 2 months after surgery , ankylosing spondylitis and rheumatoid polyarthritis, chemotherapy.

The indications are those of physiotherapy related to painful problems of orthopedic origin, traumatic, muscular, rheumatic, neurological or neuralgic … The imbalances of neurovegetative functions – such as certain cardiac, digestive, respiratory, circulatory, gynecological disorders .. And ‘the elective method for lumbago and scoliosis.

It is a work that can be long, because we go in search of the antialgic reflex a priori, an unconscious motor that makes payments in order to avoid making us feel a strong pain. For Mézières, when we get to feel this pain we have solved the problem, as we have climbed upstream of the chain of compensation that has led us to the uncomfortable situation for which we contacted the physiotherapist.

Annunci